Tuesday, October 18, 2016

La recita di Mario Monti è uguale a quella di Donald Trump



Ecco un esempio tipico che spiega per quale motivo Giovanni Falcone chiamava questa gente "menti raffinatissime". 

Pur facendo parte della stessa cricca ed essendo detestato dagli Italiani quasi quanto Renzi se non di più, oggi Mario Monti manifesta pubblicamente il suo finto appoggio per il no alla riforma costituzionale. Perché Mario Monti essendo legato a doppio filo al sistema bancario mondiale non può essere contro una riforma scritta dagli analisti di JP Morgan. 

La strategia è uguale a quella usata negli USA con Trump, il candidato alla presidenza che ha sposato tutte quelle cause che il sistema America vuole rendere odiose al pubblico. Si tratta in pratica di una strategia di paradossi, si prende un personaggio odiato dal pubblico e gli si fa dire di sostenere una causa alla quale la maggioranza della pubblica opinione tiene molto ma che il sistema vuole affossare. Ed è questa l'unica funzione di Donald Trump come candidato presidenziale. 

Per fare un esempio Trump si è detto contrario all'attuale strategia di nation-building e regime change (esportazione della democrazia) ovvero è contrario al ruolo di poliziotto del mondo che l'America sostiene da ormai più di cento anni. Una cosa questa che metterebbe in discussione i mega contratti miliardari per la fornitura di armi da parte del complesso militare industriale, il che è semplicemente IMPOSSIBILE. Tuttavia è cio che la maggioranza della popolazione mondiale desidera: Pace. Ma la maggioranza della popolazione mondiale odia anche Trump. 
Questo tipo di strategia si chiama Audience Decommisioning che tradotto in Italiano sarebbe: "disarmare il pubblico o smantellarlo". 

Quando io cittadino Americano pacifista vedo che la mia causa è sostenuta da Trump mi cominicio a porre delle domande, "ma sarà giusto?" "ma se Trump la pensa come me allora quest'uomo la pensa come me ma questo è un figlio di puttana io lo odio come è possibile? Altri potrebbero dire "ma allora Trump è uno giusto!".

Stessa strategia per .gli accordi CETA e TTIP che Trump ha pubblicamente giudicato come "inaccettabili" e che in Europa sono oggetto di proteste in strada e manifestazioni pubbliche continue mentre per l'America (intesa come insieme di imprese multinazionali) questi accordi sono cruciali. 

Stesso discorso per le sanzioni alla Russia criticate da Trump ma che sono state imposte dall'America per sabotare le economie Europee (oltre 300 miliardi di euro all'anno persi per Germania e Italia) e favorire il commercio Americano. Ma c'è gente che ci crede.

E Pluribus Unum